Benvenuti nel sito del Comune di Rivarone

fiume1g.jpg

ESERCIZIO DIRITTO DI VOTO DA PARTE DEI CITTADINI DELL'UNIONE EUROPEA RESIDENTI IN ITALIA

Per coloro che intendono esercitare il diritto di voto per i membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia devono presentare domanda al sindaco del Comune di residenza, ove non lo abbiano già fatto in occasione di precedenti elezioni europee.

Vai alla pagina del Ministero dell'Interno optanti 2019 e compila la domanda entro il 25 febbraio 2019 e consegnala all'Ufficio Elettorale del Comune.

Visualizza Manifesto Optanti

Ogni mercoledì dalle ore 8.30 alle ore 9.30 presso gli Uffici Comunali sarà presente il comandante della Stazione Carabinieri di Bassignana per il Punto di Ascolto dei Carabinieri con i cittadini. Chi ha necessità può incontrarlo per dubbi, informazioni, segnalazioni.

CIE: Carta d'Identità elettronica.

Per richiedere la Carta d’Identità elettronica (CIE) è necessario FISSARE UN APPUNTAMENTO telefonando in Comune al n. 0131/976127.
L'interessato dovrà essere presente anche se minore, i tempi per l’acquisizione e l’inserimento dati, foto, impronte digitali, firma si aggirano sui 20 minuti.
La carta d’identità elettronica non sarà consegnata al momento della richiesta ma, verrà spedita dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato entro 6 giorni lavorativi circa. Pertanto i cittadini che hanno il documento in scadenza  sono invitati a richiedere il documento con buon anticipo.

Se i dati anagrafici non sono congruenti con quelli presenti nell’archivio dell’Agenzia delle Entrate, non sarà possibile rilasciare la nuova CIE. Pertanto, è opportuno verificare che le generalità riportate nel codice fiscale e quelle indicate nella carta d’identità in scadenza siano le stesse.
Nel caso si riscontrino delle difformità, è necessario rivolgersi per tempo all’Ufficio Anagrafe per risolvere le incongruenze.

La Carta d'Identità cartacea è valida fino alla sua naturale scadenza.

Costi per la CIE:

- prima emissione € 23,00

- emissione per smarrimento, deterioramento € 30,00

- La DD 742 del 12/03/2019 della Regione Piemonte determina lo stato di massima pericolosità per incendi boschivi, a partire dal giorno 13.03.2019, su tutto il territorio del Piemonte, ai fini della Legge n. 353/2000 e legge regionale n. 15/2018. La cessazione dello stato di massima pericolosità sarà stabilito con successiva determinazione della Dirigente del Settore Protezione civile e Sistema Antincendi Boschivi, al cessare delle condizioni meteorologiche di rischio.

- La DD307/2019 della Regione Piemonte determina la revoca dello stato di massima pericolosità per incendi boschivi a far data dal 06.02.2019.

- La DD 4300 del 28.12.2018 della Regione Piemonte, ha dichiarato lo Stato di massima pericolosità incendi boschivi su tutto il territorio regionale, a partire dal giorno 30.12.2018.

Si ribadisce che ai sensi dell'art. 10 c.2 della L.R. 17/2018 "è vietato l'abbruciamento di materiale vegetale di cui all'art. 182 c. 6bis del D.Lgs 3 aprile 2006, n. 152 (norma in materia ambientale) su tutto il territorio regionale, nel periodo compreso tra il 1° novembre ed il 31 marzo dell'anno successivo".

 

Come ogni anno entro il 30 novembre si può presentare la domanda per essere iscritti nell'elenco scrutatori.

Qui il Modulo

che va presentato personalmente o munito di fotocopia di carta d'identità.